Codacons: class action contro l’INPS

0
33

ILLEGITTIMO IL RECUPERO DELLE SOMME INDEBITAMENTE CORRISPOSTE.

LA LEGGE 88/1989 E LE RECENTI SENTENZE DELLA CASSAZIONE CONFERMANO IL COMPORTAMENTO ILLEGITTIMO DELL’INPS

Il Codacons si schiera al fianco di tutti i pensionati e dei cittadini illegittimamente danneggiati dal comportamento dell’Inps.
Nonostante la Corte di Cassazione sia Stata chiara sull’argomento, l’INPS continua ad inviare comunicazioni con la rettifica dei calcoli sulle pensioni già corrisposte.
Tale atto è illegittimo.

Il Codacons intraprende quindi un’azione di classe a tutela dei cittadini nei confronti dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale per far cessare il comportamento illecito.

Sia la Legge n. 88 del 1989, sia le recenti Sentenze della Corte di Cassazione (tra le quali ricordiamo la sentenza n. 482 del 2017) hanno più volte sancito come pur potendo le pensioni esser in ogni momento rettificate dagli enti erogatori in caso di “errore di qualsiasi natura” commesso in sede di attribuzione o di erogazione della pensione, non si può far luogo al recupero delle somme corrisposte, salvo che l’indebita prestazione sia dovuta a dolo dell’interessato.

Pertanto quando l’errore è dovuto all’Inps, e non al pensionato, il quale ha omesso di segnalare fatti incidenti sul diritto o sulla misura della pensione goduta, tali somme non devono essere restituite.

(Fonte Codacons Nazionale)