Polidream informa…

0
25

 Caso Banca Popolare di Bari:    Polidream a tutela dei risparmiatori

La triste vicenda della Banca Popolare di Bari, con la perdita dei titoli azionari che ha ormai superato il 30% e con l’impossibilità per gli azionisti di ritirare le quote residue, visto che in giro compratori di azioni non ce ne sono, si arricchisce di nuove puntate, e la recente inchiesta della Procura di Bari, con le pesanti accuse di associazione a delinquere e falso in bilancio,  altro non è che l’ennesimo tassello di un mosaico che pian piano si ricompone.

Ovviamente ci auguriamo che tali accuse cadano nel vuoto e che il più grande istituto di credito del centro-sud ne esca pulito, ma resta l’amaro in bocca per il silenzio assordante dei vertici dell’Istituto di credito, che nulla rispondono in merito alla nostra richiesta di apertura di un tavolo di conciliazione, fatta sin da giugno 2016, che avrebbe trattato caso per caso le richieste di disinvestimento, soprattutto da parte dei consumatori più deboli, gli anziani e gli “analfabeti” bancari per intenderci, senza peraltro chiedere la restituzione “tout court” dei capitali investiti, ma accettando anche dilazioni, transazioni a medio termine, conversione delle azioni in altri titoli, etc. etc. Insomma tale azione concertata avrebbe soprattutto placato gli animi e tutto il clamore mediatico che ne è sorto e che tanto male sta facendo all’immagine della stessa banca.

Ma la Popolare di Bari ha tirato dritto per la sua strada e, invece di preoccuparsi di trattare con le associazioni dei consumatori e con gli stessi utenti, ha preferito tranquillizzare gli animi con le varie interviste rilasciate a Telenorba e alla Gazzetta del Mezzogiorno, tutti organi mediatici che, guarda caso, fanno pubblicità allo stesso Istituto!

A questo punto Polidream Assoutenti, dopo aver atteso così tanto, consigliando nel frattempo tutti i suoi assistiti di sottoscrivere gli ordini di vendita non una, ma ben 3 volte, dando ancora una immeritata fiducia alla Banca, è costretta ad agire per vie legali, utilizzando in prima battuta lo strumento dell’ARBITRO delle CONTROVERSIE FINANZIARIE della CONSOB, il cui procedimento è abbastanza celere (90 gg.), e solo successivamente la classica azione legale.

Polidream chiederà la restituzione integrale dei risparmi investiti dagli azionisti, e a tal proposito continuiamo ad invitare tutti i consumatori interessati a recarsi presso le sedi dell’associazione.