Risparmio tradito: ACF, strumento deflattivo delle controversie finanziarie

0
13
BANCA POPOLARE DI BARI: POLIDREAM ASSOUTENTI RICORRE ALL’ACF

La questione del ribasso delle quote azionarie della Banca Popolare di Bari, con una perdita secca del 21% subita dagli azionisti e con l’impossibilità a ritirare nemmeno la quota residua, è ancora appesa non solo alla Corte Costituzionale, che dovrebbe a momenti deliberare sulla costituzionalità o meno della riforma che ha obbligato le banche popolari alla trasformazione in spa, ma anche al totale silenzio da parte dei vertici dell’Istituto di credito, che nulla rispondono in merito alla nostra richiesta di apertura di un tavolo di conciliazione, fatta sin da giugno 2016.

A questo punto Polidream Assoutenti, dopo aver contestato centinaia di casi alla BPB e ricevendone solo un riscontro temporeggiatore, della serie “aspettate i nostri comodi”, saluta con favore la nascita del nuovo organismo di tutela dei risparmiatori traditi, ovvero l’ACF (Arbitro delle Controversie Finanziarie), al quale possono essere sottoposte tutte le questioni inerenti gli investimenti ingannevoli e ogni tipo di diatriba in tema bancario-finanziario.

I membri del neonato organismo, fra cui un rappresentante delle associazioni dei consumatori, nato sotto l’egida della Consob; la stessa Consob che avrebbe dovuto esercitare maggiore controllo e opera di prevenzione nei confronti delle banche, come la Popolare di Bari, che hanno tradito le aspettative degli investitori e dissipato soprattutto milioni di risorse dei piccoli risparmiatori italiani.

In un certo senso la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, con la creazione dell’ACF, oltre a venire incontro alle richieste delle associazioni dei consumatori, che da almeno un decennio attendevano questo nuovo strumento di tutela, cerca di rifarsi l’immagine, dato che i recenti fallimenti di varie banche l’hanno vista poco reattiva e poco funzionale.

A questo punto Polidream porterà dinanzi all’ACF tutte le controversie aperte con la Banca Popolare di Bari, chiedendo la restituzione integrale dei risparmi investiti dagli azionisti; a tal proposito continuiamo ad invitare tutti i consumatori interessati a recarsi presso le sedi dell’associazione.